IL PROGETTO

Il progetto CEFEL punta a promuovere la cooperazione fra la Sicilia e la Tunisia nel campo dei beni culturali favorendo la creazione di programmi congiunti di formazione e lo sviluppo di un’offerta di lavoro specializzato spendibile in entrambi i territori. Il progetto nasce dall’esigenza dei partner di definire un modello di integrazione tra le aziende attive nel settore dei beni culturali, gli enti di gestione dei siti archeologici e il sistema di formazione professionale al fine di facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. L’intervento è strutturato in modo da agire in parallelo su tutti gli attori del settore, trasferendo competenze all’interno della filiera e creando una convergenza di obiettivi e azioni in grado di accrescere l’impatto economico e sociale del settore. Le istituzioni che gestiscono i siti archeologici e le aziende già attive nel settore hanno bisogno di avere figure professionali che non sono disponibili sul mercato per la mancanza di adeguati programmi di formazione. Gli stessi enti talvolta trascurano le opportunità di mercato che potrebbero svilupparsi a vantaggio del contesto di riferimento e le aziende non sempre hanno le competenze necessarie per definire l’offerta di prodotti/servizi innovativi. I sistemi tradizionali che dovrebbero consentire l’incontro tra domanda e offerta in Sicilia e in Tunisia non hanno finora dato risultati soddisfacenti.  Il progetto mira a colmare questa lacuna affrontando sia la domanda che l’offerta.

 

DESTINATARI DEL PROGETTO
  1. Giovani laureati in cerca di un primo impiego.

Le attività di formazione integrata sono rivolte anche a giovani diplomati;

  1. Giovani laureati che faticano a entrare nel mondo del lavoro;
  2. Istituzioni di formazione professionale;
  3. Dipendenti di società e/o associazioni fornitori di beni e servizi ai gestori dei siti archeologici;
  4. Dipendenti dei gestori dei siti;
  5. Esperti in TIC e gestione dei dati;
  6. Associazioni e cooperative del settore culturale;
  7. Lavoratori delle imprese di costruzione specializzate nelle attività di scavo;
  8. Imprese del settore della produzione artigianale e agroalimentare;

 

BENEFICIARI FINALI

Beneficiari del progetto sono gli utenti dei siti archeologici, gli organismi istituzionali incaricati della formazione professionale, il settore della formazione specializzata nel campo dei beni culturali, il sistema universitario, le associazioni professionali che lavorano con le imprese, i gestori dei siti archeologici, la comunità locale e i turisti.

Il progetto punta alla creazione di un risultato a lungo termine nel campo della formazione specializzata sul mercato del lavoro legato ai beni culturali.

SCARICA LA BROCHURE DEL PROGETTO CEFEL