ATTIVITA’

Ricerca, indagine e ciclo di scambio di esperienze e buone pratiche.

Rafforzamento del partenariato e creazione di piattaforme comuni tra le strutture formative e le imprese per meglio adattare la formazione professionale alle esigenze delle imprese. Tavolo tecnico-scientifico inter-istituzionale per l’individuazione dei bisogni formativi dei sistemi di gestione dei beni culturali. Piattaforma tecnologica comune. Rete di stakeholder a livello locale e internazionale.

FORMAZIONE PROFESSIONALE

Realizzazione di percorsi di formazione comuni e definizione di un modello replicabile in
negli anni successivi.
Saranno attivati 3 corsi:
1 corso breve per le aziende del settore della fornitura di beni e servizi;
1 formazione professionale (3 profili) per giovani diplomati e laureati;
1 corso breve per i dipendenti dei beni culturali.

CREAZIONE D’IMPRESA

Le attività di formazione si concluderanno con un mese di sperimentazione e formazione sul campo (scavi, visite didattiche, prodotti e servizi, utilizzo delle nuove tecnologie ICT, ecc.) Questa attività mira anche a creare due start-up nel campo della produzione di beni e servizi per i gestori di siti archeologici. Identificazione di nuovi prodotti/servizi nel campo dei beni culturali che possano generare opportunità di lavoro, con particolare riferimento alle possibilità offerte dall’archeologia pubblica.